08/11/2012

Slow Wine 2013

VITA – Ampeleia sfugge a facili definizioni. Se infatti la genesi del progetto prende le mosse, come altre volte in Toscana, da un investimento territoriale esterno, nel caso dell’azienda di Roccatederighi assistiamo ad un cammino virtuoso che, attraverso la viticoltura biodinamica, ha legato saldamente le persone coinvolte al contesto territoriale. I vini prodotti hanno accompagnato questa sorta di identificazione, divenendo sempre più originali, sempre più personali, sempre più buoni.

VIGNE
– L’enologo Marco Tait, trentino come la fondatrice di Ampeleia, Elisabetta Foradori, ci ha descritto bene le vigne, che si sviluppano su tre altimetrie per un totale di 40 ettari. Quando parli di viti, Marco usa una parola molto bella: portamento. In effetti, alla vista queste vigne hanno una grazia verticale, quasi uno slancio immobile  verso il sole. Fondamentale il lavoro sulle foglie, per accumulare linfa preziosa e necessaria come risorsa nei periodi siccitosi.

VINI – Su cinquantaquattro parcelle crescono sette varietà: sangiovese, cabernet franc, grenache, mourvedre, alicante, marsellane e carignano. La quantità delle fermentazioni di partenza è impressionante. Vino dal panorama olfattivo unico è il Kepos 2010 (• grenache, sangiovese, carignano, alicante; 40.000 bt; 13€), 10 mesi in cemento e 5 in bottiglia. Un vino splendido per i profumi di macchia mediterranea (elicriso) e il palato profondo. L’Ampeleia 2009 (• sangiovese, cabernet  franc, mourvedre; 20.000 bt; 25 €) ha una vinificazione complessa, che unisce cemento e legni di diverse dimensioni. Vino dalle potenzialità enormi, in questa versione ha eleganza e classe frenata solo da una non perfetta definizione olfattiva. L’Unlitro 2011 (• 15.000 bt; 10 €), fresco e beverino, è ottenuto dalle varietà aziendali; sosta 6 mesi in cemento ed è messo in bottiglie da un litro.

CONCIMI preparati biodinamici,sovescio

FITOFARMACI rame e zolfo

DISERBO meccanico

LIEVITI  indigeni

UVE  100% di proprietà

CERTIFICAZIONE  in conversione biologica

<< Torna all'elenco